Pages Navigation Menu

cinema

Il Circolo del Cinema Metropolis svolge la sua attività presso il Knulp di via Madonna del Mare 7/a e, in collaborazione con l’Associazione Culturale DDProject, presso lo spazio Metrokubo di via dei Capitelli 6563b (vicino all’Arco di Riccardo) a Trieste.

26/11 – ALPI GIULIE CINEMA: Venticinquesima edizione

Posted by on set 26, 2014 in appuntamenti, cinema | 0 comments

26/11 – ALPI GIULIE CINEMA: Venticinquesima edizione

ALPI GIULIE CINEMA: Venticinquesima edizione

Nel giugno del 1990, nella saletta di proiezione del teatro Miela a Trieste, arrivavano le prime “pizze” in 35 mm dei film di arrampicata, alpinismo, speleologia, esplorazione e cultura della montagna della rassegna che oggi, sotto diverso nome ma coi medesimi promotori, giunge alla venticinquesima edizione. Tra questi la “mitica” trilogia francese Overdon, Overice, Oversand che riproponiamo, tra le altre, nella prima serata vintage di quest’anno. Un omaggio, senza nasconderne affatto la nostalgia, ad un mondo analogico ormai del tutto estinto. Come del resto è il rischio concreto di questa stessa ormai storica iniziativa di cinema di montagna, e dell’associazione culturale che la anima, probabile futura vittima del mondo digitale, che sempre meno spazio dedica alla “estrema utilità dell’inutile” usando le più recenti parole di Reinhold Messner, personaggio simbolico, tenacemente ancorato ad un modo più libero di vivere l’esplorazione del pianeta e del quotidiano.

MONTE ANALOGO ci prova anche quest’anno iniziando come di consueto con “Genti & Montagne” con il seguente programma che sarà “offerto” al Bar Libreria KNULP:

Mercoledì 19 novembre

Ore 18.00
Lord of the eagles ( Francia – 1991 ) 26’, regia Frédéric Fougar
Alik, il signore delle aquile, abita in Kazakistan. E’ l’ultimo di coloro che ancora conservano i segreti dei “re degli uccelli. Ha un amica fedele con cui ha vissuto per dieci anni, Tengere: un’aquila reale ed ora è giunto il momento che ritorni nei cieli del Kazakistan. Adesso deve vivere senza nostalgie, ricordando quanto Tengere abbia fatto per lui, insegnando a suo figlio le antiche usanze di quella terra colpita da guerre e invasioni. Questa è la storia di uno degli ultimi maestri in grado di capire ed interpretare il volo degli uccelli, la storia di una iniziazione e di una separazione.

Ballooning over Everest (Inghilterra/Australia – 1991) 52’, regia Leo Dickinson
In un campo del Nepal alcuni uomini entrano in un fragile cesto di vimini e accendono la fiamma dentro la loro mongolfiera. Salendo verticosamente nel cielo, la loro destrezza li porterà verso il punto più alto della Terra: l’Everest. Per Leo Dickinson e Chris Dewhirst, il cameraman e il pilota, il volo dovrà affrontare degli incidenti che minacciano la loro vita. Questo documentario segue il loro straordinario e fortunato volo sopra panorami mozzafiato nel modo più antiquato di volare prima dell’ultima caduta in un remoto angolo del Tibet.

Ore 20.30
Overice ( Francia – 1981) 26’, regia Jean-Paul Janssen
Overdon (Francia – 1981) 18’, regia Jean-Paul Janssen
Oversand ( Francia – 1981) 26’, regia Jean-Paul Janssen
Si tratta di tre documenti “storici”, molto spesso presentati insieme ancora oggi, dopo ben 33 anni dalla produzione. Patrick Berhault e Patrick Edlinger, con la tecnica e l’attrezzatura dell’epoca, rivelano al mondo degli scalatori classici il loro talento e la loro “estetica”, che rivoluzionerà per sempre l’arrampicata internazionale.

Mercoledì 26 novembre

Ore 18.00
Život je (Montenegro – 2013) 48’, regia Vladimir Perovic
Il regista Vladimir Perovic lasciò Cuce, regione montuosa del Montenegro, parecchi anni fa ma ci torna spesso e ha deciso di mostrarci la vita e le sue difficoltà in un film dove la musica e le parole non servono.
Un territorio arido che mette a prova la forza umana e la sua capacità di sopravvivenza. Ma c’è qualcosa di nuovo e moderno: un telefono, che riesce a legare gli abitanti di questa arida terra l’un l’altro.

Ore 20.30
The Tundra book. A tale of Vukvukai, the little rock (Russia – 2011) 105’, regia Aleksei Vakhrushev Piccola Roccia, un pastore di renne il cui vero nome è Vukvukai, vive in una delle zone climatiche più dure del mondo, il Circolo Polare Artico. Non è un tipo molto socievole, a volte tratta la sua comunità di Chukchi nello stesso modo in cui tratta la sua mandria di 14.000 renne. La sua storia, che è anche quella del suo popolo, racconta di una lotta senza sosta per la sopravvivenza, e della comune credenza che seguire le pratiche degli antichi nomadi e le loro tradizioni culturali aiuti a vivere nella tundra ghiacciata.

Mercoledì 3 dicembre

Ore 18.00
Mein Erster Berg (Svizzera – 2012) 97’, regia Erich Langjahr
Il regista analizza il cuore di un magnifico paesaggio e il cuore di un individuo, per catturare un’istantanea del cuore della Svizzera attraverso la vita silenziosa del montanaro e infaticabile Märtel Schindler; lui che la montagna la vive davvero e non vi si reca soltanto un istante per ammirarne i panorami mozzafiato; colui che deve fare i conti tutti i giorni con quella natura meravigliosa ma durissima, mentre fa mille lavori, mette a posto sentieri, porta al pascolo le capre, costruisce la sua casa.

Ore 20.30
The Grocer (Grecia – 2013) 81’, regia Dimitris Koutsiabasakos
Una famiglia greca di venditori ambulanti percorre lo stesso itinerario tra le montagne dal 1980. La coppia non solo fornisce cibo a questi remoti villaggi montanari ma anche notizie diventando la loro finestra sul mondo. Il loro lavoro non consiste soltanto nella vendita di frutta e verdura fresca ma anche nell’assistenza con strumenti complicati come telefoni e fornelli a gas. Una fotografia del territorio greco montano abbandonato.

Mercoledì 10 dicembre

Ore 18.00
Voci dal Lagorai (Italia – 2012) 33’, regia Claudio Valeriani
Un gruppo di persone e sei asinelli attraversano la catena del Lagorai dalla Valle Campanelle a Valmaggiore. Il gruppo è formato da utenti, familiari, volontari e operatori del Servizio di Salute Mentale di Trento. Si instaura un rapporto di amicizia tra gli asini che portano le tende e i viveri e il gruppo che si gode la passeggiata nella natura. Questo documentario ci fa vedere come una cosa che a tanti sembra normale e banale come il trekking possa diventare un percorso terapeutico che valorizza la partecipazione e il protagonismo delle persone coinvolte.

Guardiano di Stelle (Italia – 2012) 38’, regia Giuseppe Brambilla
Alpinista, fotografo, scrittore ispirato di racconti di montagna, cacciatore di emozioni Oreste Forno è anche il guardiano di un impianto idroelettrico nella lombarda Valle di Ratti. Qui c’è il tempo per meditare in solitudine a tu per tu con boschi e rocce.. e le stelle. Guardiano di stelle è la storia dominata dalla passione per la montagna che condiziona ogni scelta di vita, in un suggestivo contesto naturale.

Ore 20.30
Piccola Terra (Italia – 2012) 54’, regia Michele Trentini
Piccole “terrazze di terra” un tempo coltivate a tabacco adesso si trovano in uno stato di abbandono e trovano nuovi destini e nuovi proprietari. Proprietari diversi, scelte diverse; c’è chi rimane aggrappato all’antico podere di famiglia, chi si licenza da operaio di una cava per ritrovare se stesso tra i campi, chi venendo dalla città decide di prendersene cura con un nuovo progetto di adozione, chi viene dal Marocco e gestisce una pizzeria e coltivando il sogno dell’integrazione dei propri figli senza però dimenticare i sapori della sua infanzia. Piccola Terra ci racconta il valore universale del legame con la Terra che va oltre gli interessi economici, impedimenti politici o steccati culturali.

 

 

La rassegna continuerà poi nel 2015 al teatro Miela di Trieste sviluppandosi anche in varie sedi della nostra regione.

La venticinquesima edizione della Rassegna Alpi Giulie Cinema inizierà quindi, con ingresso libero, mercoledì 19 novembre 2014 al Bar Libreria KNULP, in via Madonna del Mare 7/a (Trieste), con una serata storica dedicata all’ alpinismo, climbing e avventura di montagna, grazie al contributo del Comune di Trieste, il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia e Provincia di Trieste, la collaborazione del CAI sezione di Gorizia, Cooperativa Bonawentura e ARCI Servizio Civile.

MONTE ANALOGO
Via Fabio Severo 31 – Trieste
Tel. (+39) 040 761683 Cell. (+39) 335 5279319 info@monteanalogo.net www.monteanalogo.net

 

27/11 – CINEMA E VOLONTARIATO: 21

Posted by on set 26, 2014 in appuntamenti, cinema | 0 comments

27/11 – CINEMA E VOLONTARIATO: 21

Giovedì 27 novembre – ore 20.15

CINEMA E VOLONTARIATO

DALLA SUGGESTIONE ALLA CONDIVISIONE

21

di R. Lukatic (USA 2008) presentato dall’Associazione Asso di Giada Onlus

prossimo appuntamento: 

04/12 – QUALCOSA E’ CAMBIATO di J.L. Brooks (USA 1997) presentato da Associazione Onlus APA Ansia Panico Agorafobia

 

Per info:

Associazione APA Onlus

Via de Paoli 19

33170 Pordenone

tel. 3668732117

associazione.apa.pn@virgilio.it

www.ansiapanicoagorafobia.org

 

03/12 – ALPI GIULIE CINEMA: Venticinquesima edizione

Posted by on set 24, 2014 in appuntamenti, cinema | 0 comments

03/12 – ALPI GIULIE CINEMA: Venticinquesima edizione

ALPI GIULIE CINEMA: Venticinquesima edizione

Nel giugno del 1990, nella saletta di proiezione del teatro Miela a Trieste, arrivavano le prime “pizze” in 35 mm dei film di arrampicata, alpinismo, speleologia, esplorazione e cultura della montagna della rassegna che oggi, sotto diverso nome ma coi medesimi promotori, giunge alla venticinquesima edizione. Tra questi la “mitica” trilogia francese Overdon, Overice, Oversand che riproponiamo, tra le altre, nella prima serata vintage di quest’anno. Un omaggio, senza nasconderne affatto la nostalgia, ad un mondo analogico ormai del tutto estinto. Come del resto è il rischio concreto di questa stessa ormai storica iniziativa di cinema di montagna, e dell’associazione culturale che la anima, probabile futura vittima del mondo digitale, che sempre meno spazio dedica alla “estrema utilità dell’inutile” usando le più recenti parole di Reinhold Messner, personaggio simbolico, tenacemente ancorato ad un modo più libero di vivere l’esplorazione del pianeta e del quotidiano.

MONTE ANALOGO ci prova anche quest’anno iniziando come di consueto con “Genti & Montagne” con il seguente programma che sarà “offerto” al Bar Libreria KNULP:

Mercoledì 19 novembre

Ore 18.00
Lord of the eagles ( Francia – 1991 ) 26’, regia Frédéric Fougar
Alik, il signore delle aquile, abita in Kazakistan. E’ l’ultimo di coloro che ancora conservano i segreti dei “re degli uccelli. Ha un amica fedele con cui ha vissuto per dieci anni, Tengere: un’aquila reale ed ora è giunto il momento che ritorni nei cieli del Kazakistan. Adesso deve vivere senza nostalgie, ricordando quanto Tengere abbia fatto per lui, insegnando a suo figlio le antiche usanze di quella terra colpita da guerre e invasioni. Questa è la storia di uno degli ultimi maestri in grado di capire ed interpretare il volo degli uccelli, la storia di una iniziazione e di una separazione.

Ballooning over Everest (Inghilterra/Australia – 1991) 52’, regia Leo Dickinson
In un campo del Nepal alcuni uomini entrano in un fragile cesto di vimini e accendono la fiamma dentro la loro mongolfiera. Salendo verticosamente nel cielo, la loro destrezza li porterà verso il punto più alto della Terra: l’Everest. Per Leo Dickinson e Chris Dewhirst, il cameraman e il pilota, il volo dovrà affrontare degli incidenti che minacciano la loro vita. Questo documentario segue il loro straordinario e fortunato volo sopra panorami mozzafiato nel modo più antiquato di volare prima dell’ultima caduta in un remoto angolo del Tibet.

Ore 20.30
Overice ( Francia – 1981) 26’, regia Jean-Paul Janssen
Overdon (Francia – 1981) 18’, regia Jean-Paul Janssen
Oversand ( Francia – 1981) 26’, regia Jean-Paul Janssen
Si tratta di tre documenti “storici”, molto spesso presentati insieme ancora oggi, dopo ben 33 anni dalla produzione. Patrick Berhault e Patrick Edlinger, con la tecnica e l’attrezzatura dell’epoca, rivelano al mondo degli scalatori classici il loro talento e la loro “estetica”, che rivoluzionerà per sempre l’arrampicata internazionale.

Mercoledì 26 novembre

Ore 18.00
Život je (Montenegro – 2013) 48’, regia Vladimir Perovic
Il regista Vladimir Perovic lasciò Cuce, regione montuosa del Montenegro, parecchi anni fa ma ci torna spesso e ha deciso di mostrarci la vita e le sue difficoltà in un film dove la musica e le parole non servono.
Un territorio arido che mette a prova la forza umana e la sua capacità di sopravvivenza. Ma c’è qualcosa di nuovo e moderno: un telefono, che riesce a legare gli abitanti di questa arida terra l’un l’altro.

Ore 20.30
The Tundra book. A tale of Vukvukai, the little rock (Russia – 2011) 105’, regia Aleksei Vakhrushev Piccola Roccia, un pastore di renne il cui vero nome è Vukvukai, vive in una delle zone climatiche più dure del mondo, il Circolo Polare Artico. Non è un tipo molto socievole, a volte tratta la sua comunità di Chukchi nello stesso modo in cui tratta la sua mandria di 14.000 renne. La sua storia, che è anche quella del suo popolo, racconta di una lotta senza sosta per la sopravvivenza, e della comune credenza che seguire le pratiche degli antichi nomadi e le loro tradizioni culturali aiuti a vivere nella tundra ghiacciata.

Mercoledì 3 dicembre

Ore 18.00
Mein Erster Berg (Svizzera – 2012) 97’, regia Erich Langjahr
Il regista analizza il cuore di un magnifico paesaggio e il cuore di un individuo, per catturare un’istantanea del cuore della Svizzera attraverso la vita silenziosa del montanaro e infaticabile Märtel Schindler; lui che la montagna la vive davvero e non vi si reca soltanto un istante per ammirarne i panorami mozzafiato; colui che deve fare i conti tutti i giorni con quella natura meravigliosa ma durissima, mentre fa mille lavori, mette a posto sentieri, porta al pascolo le capre, costruisce la sua casa.

Ore 20.30
The Grocer (Grecia – 2013) 81’, regia Dimitris Koutsiabasakos
Una famiglia greca di venditori ambulanti percorre lo stesso itinerario tra le montagne dal 1980. La coppia non solo fornisce cibo a questi remoti villaggi montanari ma anche notizie diventando la loro finestra sul mondo. Il loro lavoro non consiste soltanto nella vendita di frutta e verdura fresca ma anche nell’assistenza con strumenti complicati come telefoni e fornelli a gas. Una fotografia del territorio greco montano abbandonato.

Mercoledì 10 dicembre

Ore 18.00
Voci dal Lagorai (Italia – 2012) 33’, regia Claudio Valeriani
Un gruppo di persone e sei asinelli attraversano la catena del Lagorai dalla Valle Campanelle a Valmaggiore. Il gruppo è formato da utenti, familiari, volontari e operatori del Servizio di Salute Mentale di Trento. Si instaura un rapporto di amicizia tra gli asini che portano le tende e i viveri e il gruppo che si gode la passeggiata nella natura. Questo documentario ci fa vedere come una cosa che a tanti sembra normale e banale come il trekking possa diventare un percorso terapeutico che valorizza la partecipazione e il protagonismo delle persone coinvolte.

Guardiano di Stelle (Italia – 2012) 38’, regia Giuseppe Brambilla
Alpinista, fotografo, scrittore ispirato di racconti di montagna, cacciatore di emozioni Oreste Forno è anche il guardiano di un impianto idroelettrico nella lombarda Valle di Ratti. Qui c’è il tempo per meditare in solitudine a tu per tu con boschi e rocce.. e le stelle. Guardiano di stelle è la storia dominata dalla passione per la montagna che condiziona ogni scelta di vita, in un suggestivo contesto naturale.

Ore 20.30
Piccola Terra (Italia – 2012) 54’, regia Michele Trentini
Piccole “terrazze di terra” un tempo coltivate a tabacco adesso si trovano in uno stato di abbandono e trovano nuovi destini e nuovi proprietari. Proprietari diversi, scelte diverse; c’è chi rimane aggrappato all’antico podere di famiglia, chi si licenza da operaio di una cava per ritrovare se stesso tra i campi, chi venendo dalla città decide di prendersene cura con un nuovo progetto di adozione, chi viene dal Marocco e gestisce una pizzeria e coltivando il sogno dell’integrazione dei propri figli senza però dimenticare i sapori della sua infanzia. Piccola Terra ci racconta il valore universale del legame con la Terra che va oltre gli interessi economici, impedimenti politici o steccati culturali.

 

 

La rassegna continuerà poi nel 2015 al teatro Miela di Trieste sviluppandosi anche in varie sedi della nostra regione.

La venticinquesima edizione della Rassegna Alpi Giulie Cinema inizierà quindi, con ingresso libero, mercoledì 19 novembre 2014 al Bar Libreria KNULP, in via Madonna del Mare 7/a (Trieste), con una serata storica dedicata all’ alpinismo, climbing e avventura di montagna, grazie al contributo del Comune di Trieste, il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia e Provincia di Trieste, la collaborazione del CAI sezione di Gorizia, Cooperativa Bonawentura e ARCI Servizio Civile.

MONTE ANALOGO
Via Fabio Severo 31 – Trieste
Tel. (+39) 040 761683 Cell. (+39) 335 5279319 info@monteanalogo.net www.monteanalogo.net

04/12 – CINEMA E VOLONTARIATO: QUALCOSA E’ CAMBIATO

Posted by on set 24, 2014 in appuntamenti, cinema | 0 comments

04/12 – CINEMA E VOLONTARIATO: QUALCOSA E’ CAMBIATO

Giovedì 4 dicembre – ore 20.15

CINEMA E VOLONTARIATO

DALLA SUGGESTIONE ALLA CONDIVISIONE

QUALCOSA E’ CAMBIATO

di J.L. Brooks (USA 1997) presentato da Associazione Onlus APA Ansia Panico Agorafobia

Per info:

Associazione APA Onlus

Via de Paoli 19

33170 Pordenone

tel. 3668732117

associazione.apa.pn@virgilio.it

www.ansiapanicoagorafobia.org

10/12 – ALPI GIULIE CINEMA: Venticinquesima edizione

Posted by on set 22, 2014 in appuntamenti, cinema | 0 comments

10/12 – ALPI GIULIE CINEMA: Venticinquesima edizione

ALPI GIULIE CINEMA: Venticinquesima edizione

Nel giugno del 1990, nella saletta di proiezione del teatro Miela a Trieste, arrivavano le prime “pizze” in 35 mm dei film di arrampicata, alpinismo, speleologia, esplorazione e cultura della montagna della rassegna che oggi, sotto diverso nome ma coi medesimi promotori, giunge alla venticinquesima edizione. Tra questi la “mitica” trilogia francese Overdon, Overice, Oversand che riproponiamo, tra le altre, nella prima serata vintage di quest’anno. Un omaggio, senza nasconderne affatto la nostalgia, ad un mondo analogico ormai del tutto estinto. Come del resto è il rischio concreto di questa stessa ormai storica iniziativa di cinema di montagna, e dell’associazione culturale che la anima, probabile futura vittima del mondo digitale, che sempre meno spazio dedica alla “estrema utilità dell’inutile” usando le più recenti parole di Reinhold Messner, personaggio simbolico, tenacemente ancorato ad un modo più libero di vivere l’esplorazione del pianeta e del quotidiano.

MONTE ANALOGO ci prova anche quest’anno iniziando come di consueto con “Genti & Montagne” con il seguente programma che sarà “offerto” al Bar Libreria KNULP:

Mercoledì 19 novembre

Ore 18.00
Lord of the eagles ( Francia – 1991 ) 26’, regia Frédéric Fougar
Alik, il signore delle aquile, abita in Kazakistan. E’ l’ultimo di coloro che ancora conservano i segreti dei “re degli uccelli. Ha un amica fedele con cui ha vissuto per dieci anni, Tengere: un’aquila reale ed ora è giunto il momento che ritorni nei cieli del Kazakistan. Adesso deve vivere senza nostalgie, ricordando quanto Tengere abbia fatto per lui, insegnando a suo figlio le antiche usanze di quella terra colpita da guerre e invasioni. Questa è la storia di uno degli ultimi maestri in grado di capire ed interpretare il volo degli uccelli, la storia di una iniziazione e di una separazione.

Ballooning over Everest (Inghilterra/Australia – 1991) 52’, regia Leo Dickinson
In un campo del Nepal alcuni uomini entrano in un fragile cesto di vimini e accendono la fiamma dentro la loro mongolfiera. Salendo verticosamente nel cielo, la loro destrezza li porterà verso il punto più alto della Terra: l’Everest. Per Leo Dickinson e Chris Dewhirst, il cameraman e il pilota, il volo dovrà affrontare degli incidenti che minacciano la loro vita. Questo documentario segue il loro straordinario e fortunato volo sopra panorami mozzafiato nel modo più antiquato di volare prima dell’ultima caduta in un remoto angolo del Tibet.

Ore 20.30
Overice ( Francia – 1981) 26’, regia Jean-Paul Janssen
Overdon (Francia – 1981) 18’, regia Jean-Paul Janssen
Oversand ( Francia – 1981) 26’, regia Jean-Paul Janssen
Si tratta di tre documenti “storici”, molto spesso presentati insieme ancora oggi, dopo ben 33 anni dalla produzione. Patrick Berhault e Patrick Edlinger, con la tecnica e l’attrezzatura dell’epoca, rivelano al mondo degli scalatori classici il loro talento e la loro “estetica”, che rivoluzionerà per sempre l’arrampicata internazionale.

Mercoledì 26 novembre

Ore 18.00
Život je (Montenegro – 2013) 48’, regia Vladimir Perovic
Il regista Vladimir Perovic lasciò Cuce, regione montuosa del Montenegro, parecchi anni fa ma ci torna spesso e ha deciso di mostrarci la vita e le sue difficoltà in un film dove la musica e le parole non servono.
Un territorio arido che mette a prova la forza umana e la sua capacità di sopravvivenza. Ma c’è qualcosa di nuovo e moderno: un telefono, che riesce a legare gli abitanti di questa arida terra l’un l’altro.

Ore 20.30
The Tundra book. A tale of Vukvukai, the little rock (Russia – 2011) 105’, regia Aleksei Vakhrushev Piccola Roccia, un pastore di renne il cui vero nome è Vukvukai, vive in una delle zone climatiche più dure del mondo, il Circolo Polare Artico. Non è un tipo molto socievole, a volte tratta la sua comunità di Chukchi nello stesso modo in cui tratta la sua mandria di 14.000 renne. La sua storia, che è anche quella del suo popolo, racconta di una lotta senza sosta per la sopravvivenza, e della comune credenza che seguire le pratiche degli antichi nomadi e le loro tradizioni culturali aiuti a vivere nella tundra ghiacciata.

Mercoledì 3 dicembre

Ore 18.00
Mein Erster Berg (Svizzera – 2012) 97’, regia Erich Langjahr
Il regista analizza il cuore di un magnifico paesaggio e il cuore di un individuo, per catturare un’istantanea del cuore della Svizzera attraverso la vita silenziosa del montanaro e infaticabile Märtel Schindler; lui che la montagna la vive davvero e non vi si reca soltanto un istante per ammirarne i panorami mozzafiato; colui che deve fare i conti tutti i giorni con quella natura meravigliosa ma durissima, mentre fa mille lavori, mette a posto sentieri, porta al pascolo le capre, costruisce la sua casa.

Ore 20.30
The Grocer (Grecia – 2013) 81’, regia Dimitris Koutsiabasakos
Una famiglia greca di venditori ambulanti percorre lo stesso itinerario tra le montagne dal 1980. La coppia non solo fornisce cibo a questi remoti villaggi montanari ma anche notizie diventando la loro finestra sul mondo. Il loro lavoro non consiste soltanto nella vendita di frutta e verdura fresca ma anche nell’assistenza con strumenti complicati come telefoni e fornelli a gas. Una fotografia del territorio greco montano abbandonato.

Mercoledì 10 dicembre

Ore 18.00
Voci dal Lagorai (Italia – 2012) 33’, regia Claudio Valeriani
Un gruppo di persone e sei asinelli attraversano la catena del Lagorai dalla Valle Campanelle a Valmaggiore. Il gruppo è formato da utenti, familiari, volontari e operatori del Servizio di Salute Mentale di Trento. Si instaura un rapporto di amicizia tra gli asini che portano le tende e i viveri e il gruppo che si gode la passeggiata nella natura. Questo documentario ci fa vedere come una cosa che a tanti sembra normale e banale come il trekking possa diventare un percorso terapeutico che valorizza la partecipazione e il protagonismo delle persone coinvolte.

Guardiano di Stelle (Italia – 2012) 38’, regia Giuseppe Brambilla
Alpinista, fotografo, scrittore ispirato di racconti di montagna, cacciatore di emozioni Oreste Forno è anche il guardiano di un impianto idroelettrico nella lombarda Valle di Ratti. Qui c’è il tempo per meditare in solitudine a tu per tu con boschi e rocce.. e le stelle. Guardiano di stelle è la storia dominata dalla passione per la montagna che condiziona ogni scelta di vita, in un suggestivo contesto naturale.

Ore 20.30
Piccola Terra (Italia – 2012) 54’, regia Michele Trentini
Piccole “terrazze di terra” un tempo coltivate a tabacco adesso si trovano in uno stato di abbandono e trovano nuovi destini e nuovi proprietari. Proprietari diversi, scelte diverse; c’è chi rimane aggrappato all’antico podere di famiglia, chi si licenza da operaio di una cava per ritrovare se stesso tra i campi, chi venendo dalla città decide di prendersene cura con un nuovo progetto di adozione, chi viene dal Marocco e gestisce una pizzeria e coltivando il sogno dell’integrazione dei propri figli senza però dimenticare i sapori della sua infanzia. Piccola Terra ci racconta il valore universale del legame con la Terra che va oltre gli interessi economici, impedimenti politici o steccati culturali.

 

 

La rassegna continuerà poi nel 2015 al teatro Miela di Trieste sviluppandosi anche in varie sedi della nostra regione.

La venticinquesima edizione della Rassegna Alpi Giulie Cinema inizierà quindi, con ingresso libero, mercoledì 19 novembre 2014 al Bar Libreria KNULP, in via Madonna del Mare 7/a (Trieste), con una serata storica dedicata all’ alpinismo, climbing e avventura di montagna, grazie al contributo del Comune di Trieste, il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia e Provincia di Trieste, la collaborazione del CAI sezione di Gorizia, Cooperativa Bonawentura e ARCI Servizio Civile.

MONTE ANALOGO
Via Fabio Severo 31 – Trieste
Tel. (+39) 040 761683 Cell. (+39) 335 5279319 info@monteanalogo.net www.monteanalogo.net