Pages Navigation Menu

28/04 – Reading di poesia con Antonio Galetta e Carlo Selan

28/04 – Reading di poesia con Antonio Galetta e Carlo Selan

Venerdì 28 aprile – ore 18.00

Reading di poesia

e presentazione dei libri di Antonio Galetta e Carlo Selan

Dialogherà con gli autori Carlo Londero, ricercatore universitario della Facoltà di Lettere dell’università di Udine, .
L’accompagnamento musicale è realizzato da Warren Monteleone, chitarrista udinese.

I libri:

Che cosa c’è dietro la finestra, Antonio Galetta, Edizioni Terra Marique

Cinquantuno poesie scritte per necessità ed entusiasmo, a ricomporre una vita interiore fatta di sogni, di sforzi e di naufragi: trentadue di argomento filosofico o esistenziale, spesso speculative; diciotto destinate a un dedicatario, poesie missive. In entrambi i casi l’intento è uno: spingere l’intimità verso un orizzonte di senso comune. Apre il volume una poesia senza titolo, il cui incipit è un manifesto poetico in nuce: “Chissà se c’è un tempo / per i poeti ameno / o se invece…”. Ciò che segue nasce da questo dubbio, con tutta l’audacia e i limiti di ciò che è edificato sull’incertezza.

Antonio Galetta nasce nel 1998 a Ceglie Messapica (BR), dove cresce e compie i primi studi. Attualmente studia Italianistica ed è allievo della Scuola Superiore dell’Università degli Studi di Udine.
“Che cosa c’è dietro la finestra? Volume 1” è la sua prima pubblicazione con Edizioni Terra marique.

 

Periferie, Carlo Selan, Campanotto Editore

Periferie sono 30 componimenti scritti e vissuti in un’adolescenza confusa, in cinque anni di una giovinezza di provincia trascorsa a guardarsi senza riuscire a capirsi, senza sapersi dire. Poesie disadattate, spesso ingenue, ciniche e perse, senza motivo. Periferie come gli spazi dove crescono i grandi palazzoni di cemento, come i quartieri di Udine dietro la casa dove l’autore è nato, periferie come un sentirsi emarginati, marginali negli affetti degli altri, periferie come un sentirsi di provincia, un sentirsi perdenti, a volte felici, spesso soli. La periferia di una città, in questo caso Udine, non interpretata solo come spazio geografico ma anche come collettivo di immagini poetiche e condizione esistenziale.

Carlo Selan nasce a Udine nel 1996 e già da giovanissimo inizia a scrivere poesie e racconti. Finiti gli studi superiori presso il Liceo Scientifico “G.Marinelli” di Udine, nel 2015 si iscrive alla facoltà di Lettere dell’Università di Trieste. Nel 2016 pubblica Periferie, la sua prima raccolta di poesie, che presenta in numerose località del Friuli Venezia Giulia. Attualmente, oltre a partecipare e ad organizzare, con altri autori, reading poetici e letture in tutta la regione, collabora e scrive per numerose riviste e blog culturali (L’oppure, Digressioni, Tx2teatriudine,..). Nel 2014 ha vinto il premio Terzani Giovani per la narrativa e il premio Sgorlon per la narrativa.

Puoi condividere questo post

Share to Facebook
Share to Google Plus
Share to LiveJournal

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *